Tag:

La tassa automobilistica si prescrive in tre anni dall’anno successivo a quello previsto per il pagamento. Il termine di tre anni decorre quindi dal primo gennaio dell’anno successivo.

Trascorso detto termine senza aver ricevuto alcuna notifica, la cartella di pagamento notificata dall’agente di riscossione è da considerarsi illegittima.

Per far valere il termine di prescrizione, il contribuente in ogni caso ha l’onere di impugnare l’atto innanzi la giustizia tributaria.

Quanto sopra è stato confermato dalla Cassazione con l’Ordinanza del 25.8.17, la quale si è espressa su una intimazione di pagamento della tassa automobilistica del lontano 2001, ritenendo che la prescrizione del bollo auto si realizza alla fine del terzo anno successivo a quello in cui è dovuto il pagamento.

E’ bene inoltre ricordare che le Regioni non possono deliberatamente fissare un diverso termine di decadenza e prescrizione per la riscossione del bollo, questo è stato sancito dalla Corte Costituzionale con Sentenza n. 311 del 2 ottobre 2003.

Avv. Ruggiero Gorgoglione
Team WR Milano Avvocati
3270758546
wrmilanoavvocati@gmail.com